Mostra bottoni
Nascondi bottoni

D.E.C.I.BA & SDL Centrostudi prove di falsità e ipocrisia!

D.E.C.I.BA & SDL Centrostudi prove di disonestà, ipocrisia e falsità!

D.E.C.I.BA & SDL Centrostudi prove di disonestà, ipocrisia e falsità!

Un articolo carico di foto, una nuova esperienza per me, per dimostrarvi quanta falsità gira intorno al mondo della difesa del cittadino dall’operato oscuro delle banche.

Voglio condividere con tutti voi come i “finti esperti” continuano a fomentare una guerra che porta troppe vittime e che è finalizzata esclusivamente a migliorare il loro fatturato incrementando il loro business aziendale e il loro benessere personale.

Premessa con la storia di Claudia:

Agosto, è il giorno 16 e sono le 8:00 della sera quando rispondo ad una delle tante chiamate sul mio cellulare.

Dall’altra parte del telefono una voce di donna, disperata piange, a fatica capisco chi è, ma facilmente comprendo il perché della sua telefonata, non mi chiama mai nessuno per parlare di moda o di cucina, ahimè.

Cerco di calmarla, ma la sua disperazione è più forte e riesce persino a travolgermi, riesco a farmi dire un paio di cose in croce, il nome è Claudia, vive in una città lombarda, è sposata ed ha un figlio di 8 anni e la sua casa è stata messa all’asta da poco.

Claudia come tutti noi ha un mutuo per l’acquisto della sua prima casa contratto con il marito Tony, ed insieme lo hanno sempre regolarmente onorato. A cavallo degli anni 2013/2014 per un breve periodo di tempo ha perso il posto di lavoro, e grazie alla corposa “pubblicità” sulla crisi è consapevole di aver diritto, vista la sopravvenuta disoccupazione, a quella che lei chiama una “sospensione delle rate del mutuo”, tecnicamente si chiama moratoria.

Claudia quindi chiama la sua banca che nel frattempo come tante banche italiane ha subito delle fusioni, degli accorpamenti etc … c’è un numero verde e dall’altra parte risponde al solito Call Center un operatore con poca voglia di parlare e quasi come spesso succede, privo di qualsiasi informazione intelligente. Claudia espone all’operatore il suo problema e chiede come deve fare per avere la sospensione delle rate del mutuo, di là un muro di ignoranza le risponde che la banca non può far nulla.

Situazione ottimale e “terreno fertile” per lo stile di SDL Centrostudi, perfetta situazione per piazzare una bella perizia che accerti usura, anatocismo, fichi, tegole per i tetti ed inutilità varie ed eventuali,
poco importa se Claudia ha bisogno semplicemente di una moratoria, #chissenefrega!

Ecco un altro bel contratto per SDL Centrostudi che dietro regolare pagamento anticipato confeziona una bella perizia anzi no, in questo caso ne confeziona due, la prima relativa alla “prima era” SDL Centrostudi con “pro-vericazzate” di Meloni del 30.01.2014 che poi viene integrata con un’altra della “seconda era” della SDL Centrostudi, l’era SDL Centrostudi_D.E.C.I.BA. perizia del 29.09.2015.

La pratica viene affidata allo Studio dell’Avv. Mauro Gualtiero di Modena il quale porta in giudizio la famiglia e si prende la solita soccombenza tra le altre cose anche per difetto della procedura di mediazione da parte dello stesso studio … Sentenza n. 2046/2015 pubbl. il 28/10/2015 Tribunale di Modena.

Oggi, veniamo a oggi, Claudia lavora, è rimasta per pochissimi mesi senza lavoro, aveva già ripreso a lavorare durante lo svolgimento del procedimento di primo grado ed era tornata perfettamente in grado di sostenere le sue rate del mutuo per la sua prima ed unica casa.

In verità Claudia rimarrà senza casa, mi sento di dire che per causa diretta, colpa diretta di tutto questo “malaffare”; oggi la casa di Claudia è all’asta.
Infatti la sua casa è stata posta in vendita dal Tribunale dall’ufficio delle Esecuzioni Immobiliari, traduco il “legalese” la casa verrà venduta all’asta presso il Tribunale, la banca ha risolto il contratto e Claudia è stata segnalata in Centrale Rischi, per cui non può più rinegoziare un nuovo mutuo con un’altra banca.

Lascio a Voi i commenti, lei oggi piange tutte le ore del giorno e della notte ed è psicologicamente distrutta, io ho finito invece le parolacce…ne dovrei inventare di nuove!

Chi sono questi “periti” che si vantano di “ESSERE I MASSIMI ESPERTI” in materia di usura, anatocismo e illeciti bancari?

Su SDL Centrostudi abbiamo parecchio materiale pubblicato in ogni dove e anche in questo blog, oggi invece cerchiamo di chiarirci le idee su D.E.C.I.BA e analizziamo un pò di documenti ante e post il periodo di collaborazione tra queste due società.

Non avevo la più pallida idea di chi fosse D.E.C.I.BA e tutto il suo mondo fino al momento in cui il Presidente di questa “associazione”, Gaetano Vilnò, non mi ha contattato personalmente.

E’ il Giugno 2015 e in ballo c’è il contratto di collaborazione tra SDL Centrostudi SPA e D.E.C.I.BA, il blog è aperto da Gennaio, ACGM ha già multato SDL Centrostudi SPA per pubblicità ingannevole e le numerose sentenze di soccombenza erano già state pubblicate in varie parti, Gaetano Vilnò spende questa lunghissima telefonata

Apparentemente mosso da una falsa forma di “salvatore” degli oppressi vittime di SDL Centrostudi SPA, mi rimbambisce con questa prolissa e barbosa telefonata condita anche con populistica filosofia su usura, le banche cattive e tanti “io sono” – “io faccio” – “io ho studiato” – “io sono un esperto in quello e in questo” da lasciarmi basita sulla quantità di inutili “blablablabla” che riesce ad emettere un uomo con un obbiettivo preciso da raggiungere. Alla fine ero ubriaca … ma la mia parte stoica mi ha permesso di superare la dura prova e l’ho ascoltato ugualmente.

Presto mi si è chiarito il disegno e ho capito che il contatto è stato generato solo con un interesse preciso e la trattativa verte solo sul fatto di farmi chiudere questo scomodo blog. Traduco, quanto vuoi per toglierti dalle scatole.
Gaetano Vilnò presidente di D.E.C.I.BA. aveva già firmato l’accordo con SDL Centrostudi SPA..due necessità aziendali che si incontrano in un momento perfetto, SDL Centrostudi SPA ha la necessità di sostituire il fallimento totale dalle perizie della Blue Line Consulting del Dott Alessandro Cotturri e di là D.E.C.I.BA, piccolissima realtà di Parma a cui fa tanta gola la rete commerciale nazionale del bravissimo Serafino Di Loreto.

#chissenefrega se in ballo ci son le vite delle famiglie o aziende a cui dare il colpo di grazia finale!

D.E.C.I.BA. e dintorni chi sono e cosa fanno?

Conosciamoli da vicino. D.E.C.I.BA. è un acronimo che si scioglie nella dicitura “Dipartimento Europeo Controllo Illeciti BAncari”, e già da qui se analizziamo l’uso delle parole osserviamo quanto segue:

1) non è un Dipartimento,  nella vita reale questa parola viene usata con altri significati istituzionali, tipo la partizione territoriale a fini amministrativi, ordinamento universitario dei vari paesi (compresa l’Italia), struttura che riunisce cattedre di insegnamenti etc.

2) non è un Dipartimento Europeo, Parma è di fatto in Italia. Sei europeo quando stai in una realtà riconosciuta da degli stati membri di una coalizione come centro amministrativo, nel nostro caso europeo perché stiamo in Europa. Faccio alcuni esempi, la sede istituzionale dell’Unione Europea è Bruxelles, una delle sedi delle Nazioni Unite in Europa è Ginevra … non Parma.

3) nel logo è presente la parola “associazione”, ma va chiarito che è un’ASSOCIAZIONE NON RICONOSCIUTA da un ministero di competenza, comunque dallo stato, fate una ricerca in rete sulla differenza tra le due questioni, la stragrande maggioranza delle associazioni nel nostro paese non sono riconosciute

Ne deduco che dietro l’uso improprio di questo bailamme di parole, messe insieme perché foneticamente sono piacevoli, per poter lavorare nel nostro paese ci sia una vera e propria AZIENDA con una qualsiasi regione sociale ed infatti la trovo, dietro la facciata di “associazione” D.E.C.I.BA. c’è la Finacial Solution SRLS e se cliccate trovate la Visura Camerale aggiornata ad oggi.

Ma sul loro sito non vi è traccia di trasparenza e chiarezza! Mi chiedo il perché?

Ed infatti qual’ora decidiate di farvi “difendere” dagli illeciti bancari da D.E.C.I.BA. vi arriverà un bel contratto come questo che vi ho allegato con l’intestazione esatta della società Financial Solution SRLS, capitale sociale di ben € 900,00 (novecentoeuro), il 5% delle quote sono intestate a Gaetano Vilnò, Presidente di D.E.C.I.BA. ed è anche amministratore unico di questa azienda.

Traduco quindi D.E.C.I.BA. è sostanzialmente una AZIENDA, denominata FINANCIAL SOLUTION SRLS che VENDE le PERIZIE come la SDL Centrostudi SPA, poi è anche “associazione” non riconosciuta.
Personalmente, mia opinione, non capisco minimamente il perché far tutto sto faticoso giro, ma ho imparato che poca trasparenza e sincerità…non sono un’accoppiata vincente di buoni alleati per andare a picchiare i pugni di diritto sul tavolo in una banca.

D.E.C.I.BA. & SDL Centrostudi, la seconda era! Ecco quello che è successo:

Quindi, va da se che dal quel fatidico 6 Giugno 2015 non mi è più capitato di risentire Gaetano Vilnò Presedente di D.E.C.I.BA. e amministratore di FINANCIAL SOLUTION SRLS, rincuorato certamente da Serafino Di Loreto sul fatto che questo blog lo avrebbero fatto chiudere lo stesso attraverso un provvedimento d’urgenza ex art 700, vi ricordate? Anzi voci di corridoio non confermate dicono in verità che l’idea del provvedimento d’urgenza ex art. 700 contro questo blog sarebbe stata proprio frutto di un’idea dello staff legale di D.E.C.I.BA.

Da quel 6 Giugno fino al Novembre dello stesso anno 2015 le due società hanno cominciato a “banchettare” insieme nell’immenso brillante universo dell’illecito bancario, l’usura fa guadagnare milioni, aumenta i fatturati aziendali e tema caldo del web costituisce una stupendo numero di persone pronte a pagare per far controllare i propri mutui e le posizioni di conti correnti.

Splendide motivazioni che vanno anche a giustificare, io non concordo e per questo denuncio, gravi azioni di pubblicità scorrette anche nel web, tipo questa che vi mostro:

DECIBA_SDL Centrostudi_Sospensione Asta_Documento FALSO

DECIBA_SDL Centrostudi_Sospensione Asta_Documento FALSIFICATO

Leggete bene questo documento che è stato pubblicato sul blog “movimentorevolution” nel momento del matrimonio perfetto tra D.E.C.I.BA. e SDL Centrostudi SPA palesemente contraffatto, infatti come potete vedere voi stessi mancano: 

  1. tutti i reali riferimenti giuridici, cancellati tutti i dati del Giudice, degli avvocati ecc
  2. nel titolo leggete: “SOSPENSIONE DELL’ ESECUZIONE – ASTA BLOCCATA – Tribunale di Monza”
  3. nella prima riga del testo trovate: “L’ordinanza in commento è stata resa dal G.E de Tribunale di Modena” – chi ha falsificato non sa che geograficamente Monza e Modena sono in regioni italiane diverse, sei un ignorante!
  4. http://www.movimentorevolution.it/wp-content/uploads/2015/07/Tribunale-di-Monza.jpg 
  5. ancora on line sullo stesso sito, anche se la togliete oggi ho salvato tutto ovviamente, ciucci!
Diciamocela una volta per tutte la verità, chi di noi non vorrebbe una bella casa gratis.

Che soddisfazione portare una banca in Tribunale, vincere la causa e portarsi a casa un bell’immobile immobile senza il minimo sforzo! …Popolo di illusi tutti noi, sopraffatti da una mentalità sbagliata ove non c’è rispetto per gli impegni contratti anche in termini di debito.

Ma l’idillio ad un certo punto finisce, invito fin da ora i protagonisti sia di D.E.C.I.BA. che di SDL Centrostudi SPA, qual’ora vogliano spiegarci le ragioni della loro separazione ad inviare una mail alla “redazione” di questo blog, quindi a me, in maniera da poter pubblicare le ragioni di entrambi.

Sta di fatto che ad un certo punto D.E.C.I.BA. e i suoi piccoli blog al seguito cominciano a tuonare contro SDL Centrostudi, rimbalzando poi anche sui Social con articoli ben specifici che parlano chiaro dell’incompetenza dell’altro, in netto contrasto con la pubblicità positiva “taroccata” che vi ho mostrato prima.

Si comincia da subito con un comunicato stampa diretto dove D.E.C.I.BA. cerca di deresponsabilizzarsi dalle perizie emesse da SDL Centrostudi a firma dell’ Ing. Davide Porzani di D.E.C.I.BA., ne è l’esempio quella di Claudia e Tony che vi ho allegato all’inizio di questo articolo.

Ecco qui il contenuto del primo comunicato di D.E.C.I.BA denominato “Risoluzione contratto di Certificazione Software SDL Centrostudi SpA”

Risoluzione contratto di Certificazione Software SDL Centrostudi SpA

Risoluzione contratto di Certificazione Software SDL Centrostudi SpA

Risoluzione contratto di Certificazione Software SDL Centrostudi SpA, certificazione di che? D.E.C.I.BA. un’associazione non riconosciuta dagli enti preposti nazionali e una comune azienda italiana denominata FINACIAL SOLUTIONS SRLS, non possono certificare alcun che, diciamolo una volta per tutte.

Questo comunicato è un semplice scritto dove si evince che le due società si sono separate e in quella data hanno smesso di collaborare, ma la responsabilità di aver emesso la perizia di Claudia e Tony che ha portato la coppia in Tribunale per un motivo totalmente sballato rispetto alla loro reale necessità del momento e li ha portati oggi ad avere la casa all’asta perché hanno perso la causa pur non avendo nemmeno 1€ di debito con nessuno è di tutti gli operatori di questa storia, ossia DECIBA, SDL Centrostudi SPA, l’Avv Mauro Gualtiero e l’Ing Davide Porzani che avrebbero dovuto seguire la famiglia e capirne le vere necessità.

La storia si fa avvincente se analizziamo però quello che è successo nel web durante la separazione e dopo l’accordo stragiudiziale dei due coniugi ottenuto da D.E.C.I.BA., moglie tradita uscita sofferente e con parte dello staff passato in SDL Centrostudi SPA, grazie all’intervento del Dott Piero Calabrò, allora new entry alla guida della presidenza di SDL Centrostudi SPA, nella posizione del marito fedifrago, traduco infedele che ruba alla moglie parte dello staff ossia dell’ Ing. Davide Porzani e l’Avv. Rosa Chericati, che credo siano anche parenti, mi pare di aver capito che l’Ing Davide Porzani è il genero dell.Avv. Rosa Chiericati

Tripudio di falsità, veleno tra innamorati del business dell’usura ecco che magicamente i testi dei comunicati cambiano di entrambi cambiano dopo l’accordo stragiudiziale, si sussurano parole dolci e concilianti, leggete voi stessi:

Comunicato congiunto tra SDL Centrostudi e D.E.C.I.BA

Associazione D.E.C.I.BA e SDL Centrostudi SpA hanno definitivamente risolto le incomprensioni ed i contrasti insorti in relazione a pregressi fraintendimenti di cui all’oggetto ed anche al ruolo dell’ing. Davide Porzani, definendo ogni reciproca ragione e pretesa.

Tale condivisa soluzione consentirà a tutti gli operatori professionali del settore di proseguire nel comune impegno rivolto al contrasto delle illegalità e delle anomalie del sistema bancario e finanziario, con auspicabili positive sinergie di sviluppo.

Traduco SDL Centrostudi SPA ha pagato D.E.C.I.BA. come in tutti i matrimoni dove l’amore finisce è la sistemazione economica gratificante per entrambi che rilassa i contendenti.

Ed ecco che articoli dai toni accesi sulla sofferenza della moglie D.E.C.I.BA. spariscono, ma per fortuna io e tutto lo staff della “redazione” di questo blog, ossia io, li abbiamo salvati tutti …eccone alcuni esempi:

D.E.C.I.BA. sito ufficiale dell’associazione registrato a nome del presidente Gaetano Vilnò tuona tramite la voce di un altro blog denominato “movimentorevolution” sempre di proprietà di Gaetano Vilnò, cliccate per verificare gli allegati che attestano la proprietà dei domini, contro l’incapacità professionale di SDL Centrostudi SPA con articolo “MUTUO USURAIO : IGNORANZA PROFESSIONALE SOMMA DEI TASSI”  leggetelo qui perché l’hanno cancellato, verificate voi stessi qui l’indirizzo http://www.deciba.it/articoli/item/108-mutuo-usuraio-ignoranza-professionale-somma

ed ancora

l’articolo “D.E.C.I.BA TUONA CONTRO LE SOCIETA’ DISONESTE “LA PREPARAZIONE ANDRA’ DI MODA “” sul sito ufficiale di D.E.C.I.BA. non lo trovate più guardate voi stessi http://www.deciba.it/articoli/item/103-d-e-c-i-ba-tuona-contro-le-societa-disoneste-la-…30/11/2015

ed ancora

l’articolo “Fatto Quotidiano amico delle banche?”  sparito http://www.movimentorevolutionjt/?p=3009

Potrei andare avanti e riempire pagine e pagine di totale incoerenza, ipocrisia, falsità e disonestà culminata dall’atto finale della mia storia relazionale personale con Gaetano Vilnò che il 10 novembre 2015 promette di sostenere me e tutti le persone che hanno contratto problemi giudiziari dovuti allo stile SDL Centrostudi, ma una volta organizzato l’incontro e stabilita data ed ora sparisce nel nulla per aver raggiunto l’accordo economico esaustivo con il Dott Piero Calabrò di SDL Centrostudi SPA.

Per concludere un pensiero a Gaetano Vilnò:

Claudia e Tony, Massimigliano, Fabio e tanti altri che hanno inviato procedimenti persi e sostenuti dalle tue “certificate” perizie dirette o in sodalizio con SDL Centrostudi SPA sono direttamente pesi che porti sulla tua coscienza.

Non perdere tempo a chiederti se io sono o non sono una storia che TI convince, citazione dall’obbrobrio web “DEBORAH BETTI UNA STORIA CHE NON CI CONVINCE” da te pubblicato in un groviglio di brutto copia ed incolla che smentisce anche il fatto che non è possibile che tu possa far parte di “anonymous” viste le specifiche web che caratterizzano questo gruppo, concentrati sulla tua coscienza, i cittadini che non hai aiutato e sul fatto che hai tradito prima di tutto TE stesso.

Gaetano Vilnò

Rispondi

34 pensieri su “D.E.C.I.BA & SDL Centrostudi prove di falsità e ipocrisia!

  1. Quindi, pare di capire, che ciò che sta accadendo tra SDL Centrostudi e avvocati in questi ultimi giorni sia un film già visto. Cambiano i soggetti ma le modalità paiono molto simili, intanto passa il tempo, chissà, penseranno, magari ‘sti fessi di clienti ci credono ancora…A pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca! Che abbiano una coscienza? Sarebbe bello, sarebbe. Sospirone.

  2. Ho letto la sua storia con attenzione,sinceramente non mi ha convinto .Mi sembra sempre troppo polemica a mio modesto parere le sue informazioni non sono affidabili,scusi la sincerità

    • Cara Vanessa, buongiorno.
      Non è mai stata mia intenzione convincere nessuno, il blog nasce da una esperienza brutta personale e mette a disposizione documentazione reale per chi ne necessità nel caso ne abbia bisogno, fa pura informazione e anche se dissente, la fa reale e basata su veri documenti che raccolgo in maniera ordinata. I cittadini che vogliono raccontare le loro storie sono i benvenuti e mettono a disposizione a loro volta la loro documentazione personale. Per il resto si senta liberissima di leggere questo blog e libera di pensare ciò che meglio desidera. Grazie per il suo commento

      • La ringrazio,i documenti sono reali ma la storia ha incongruenze,sono dispiaciuta per la sua esperienza negativa e spero la risolva. Spesso per un dolore personale si rischia di trasformare la realtà delle cose,ci sono frasi che lei stessa esprime e aprono riflessioni . “non è mia intenzione convincere nessuno ” eppure il testo del suo articolo non lascia spazio a dubbi ” si senta liberissima di leggere il blog e libera di pensare ” questo tipo di pensiero è spesso manipolatorio,la libertà è di ognuno di noi,la libertà di leggere o di pensare è anche senza il suo consenso . I commenti sono fatti sempre dalle solite persone,sono provocatorie e offendono,ritengo che la sua intelligenza dovrebbe essere sfruttata meglio . Il male Sig.ra Deborah è dentro di noi è nei nostri occhi,questo articolo sé analizzato approfonditamente ha tantissime incongruenze ..ma questo credo che lei già lo sappia . PS quando una persona mi parla di “pura informazione ” mi fa venire i brividi,lei dovrebbe sapere che esistono punti di vista..personalmente la purezza la vedo solo in mio figlio di 3 anni . DECIBA ha salvato il nostro ristorante e la nostra vita,leggere queste parole mi ha fatto davvero male. Con rispetto Vanessa .

      • Cara Vanessa,
        i punti di vista non sono informazione, mi viene da pensare che il problema qui è che c’è una grande ignoranza nell’uso e nella conoscenza della lingua italiana.
        Così è facile scambiare la frase “fare informazione” ossia comunicare, oppure “pura” contestualizzato con “libero” cioè non è sponsorizzato da nessuno, con “punti di vista” che sono invece idee che un individuo si fa sulla base della conoscenza su un determinato fatto, o progetto o idea politica che sia.
        Dunque, sorridendo, pensiamo ad in Ingegnere che davanti a testi di calcoli di matematica scritti per il controllo del ritiro del cemento armato e del ferro in ambiente con umidità superiore al 100% dovesse avere “il punto di vista” che il ponte non crollerà al primo monsone…andiamo bene!
        Ma le faccio una domanda: cosa la spinge a non fare la cittadina attiva come gli altri partecipanti a questo blog e a non inviare la sua documentazione e la sua stupenda storia del salvataggio del suo ristorante, scriva e le darò lo stesso spazio che hanno gli altri.
        Sono una romantica la chiamo pura democrazia.
        Le chiedo solo una cortesia, scriva con la stessa mail in questa maniera resta la tracciabilità del seguito dei suoi commenti, altrimenti faccio fatica a collegarli, riesco a farlo solo rintracciando lo stesso IP, per fortuna che ha un solo dispositivo.
        Attendo sue, mandi i documenti alla mail dehbetti@gmail.com. Buona serata

  3. Sig.ra Betti cosa fa mi sputtana in modo così plateale il nostro caro “amico” Gaetanino Vilnò detto “Dott. massimo esperto di usura bancaria” ?

    il grande professionista che ha bloccato per prima un’asta immobiliare ? (cosa falsissima visto che già c’erano state sospensioni in precedenza)

    se mai avrà più il coraggio di farsi sentire si faccia dare l’indirizzo e gli dica che il Dr. Russo gli manda personalmente una cravatta di Marinella così la smetta di fare quei ridicoli video con quella cravatta simil-Burbery e con quell’aria contrita da beccamorto così inquietante che se si mettesse a vendere bare la gente finirebbe di morire.

    Per il resto come sempre mi congratulo per lo splendido lavoro fatto al fine di mettere in luce chi sono realmente questi sedicenti esperti che girano attorno a questo business.

  4. Ah il buon caro vecchio Vilnò. Falso come Giuda. Purtroppo ho avuto modo di conoscerlo. Un essere che ha un solo unico obiettivo, quello di ottenere in tutti i modi una posizione politica. Ci ha prima provato con il M5S a Parma dove è stato messo ai margini quando si sono accorti di che personaggio fosse. Ci ha quindi riprovato con la destra di Storace ma gli è andata di nuovo male. Che poi passare da M5S a Storace la dice lunga sui nobili intenti e sull’integrità dell’ideologia politica di questo soggetto. Andate male queste esperienze politiche il nostro buon Vilnò cosa fa ? si inventa esperto di anomalie bancarie, lui che con il suo diplomino da ragioniere si era limitato fino ad allora a vendere mutui. Si avete capito bene. Il buon vecchio “massimo esperto” vendeva ai propri clienti i mutui di quelle banche di cui ora racconta peste e corna. Ma l’obbiettivo del nostro massimo esperto non è quello di aiutare le persone ma è quello di cavalcare e sfruttare il crescente odio anti-banche per ottenere sempre il suo tornaconto politico. Mi dicono che adesso si sia avvicinato ad un fantomatico movimento delle Partite Iva. Insomma sta saltando sull’ennesimo treno verso la politica per cercare di risollevare una vita professionale evidentemente insoddisfacente. Un personaggio da cui stare alla larga.

  5. Una domanda alla truppa: dati i tempi di nascita e di crescita dalla baracca, dati i tempi coi clienti dei loro avvocati da 5.000 euro al giorno, dati i tempi dei Tribunali, dati i risultati dei primi tempi di serie B e Forza Catania, il 2017 dovrebbe essere un anno pieno di sentenze e quindi pieno di soddisfazioni. Per noi.

      • Domando perché non sono molto competente in materia. Il mio lavoro è fare il comico, poi visto che ci sta la crisi per arrotondare vendo perizie a multi-livello.

    • E stiamo a vedere… Ah ah ah.
      Come nelle sette religiose i cui leader annunciavano l’ apocalisse ogni 10 anni, tutti aspettavano, fiduciosi (e intanto i fedeli a fare offerte) ma alla fine piano piano arrivava sempre la data tanto annunciata senza che accadesse nulla.E si rimandava sempre.

      Quelli di sdl usano veramente dei meccanismi da setta:
      Gli agenti vanno ai meeting, dovo possono comportarsi come giovani broker di wall street e anche se non è vero, se non hanno un soldo, raccontano che sdl è una gallina dalle uova d’ oro.
      Questo è il motivo per cui non mollano tutto perchè sdl gli ha creato un bel gruppetto e come nei testimoni di jeova o scentology è meglio non criticare per rimanere dentro e, se dovesse finire gli cadrebbe il mondo addosso.

  6. Provo disgusto per il Rag. Gaetano Vilno’, immenso disgusto. Spero non ci si bisogno di una perizia per determinare il mio grado di disgusto.

    • No, la perizia ci vuole. E’ fondamentale (per la mia famiglia) che un esperto (in cornetti con la marmellata) ti spieghi come le banche tremino al solo nome di Pepito Sbazzeguti. Tutto asseverato, certificato e corretto alla vodka da Mister Calabro’ con l’accento sulla Q.

  7. Gentile Sig.ra Betti,

    lei ha il diritto di offendere chiunque ma, visto che vengo nominato personalmente, mi prendo cortesemente il diritto di risponderle. Non entrerò nel merito di tutto il contenuto dell’articolo, a tratti impreciso, ma mi concentrerò sugli elementi che riguardano la mia attività professionale.

    Le perizie che lei cita nel suo articolo, firmate da me, sono dei semplici strumenti: nel momento in cui mi viene commissionata una perizia, quello che posso fare nell’interesse del cliente è applicare i metodi matematici più efficaci per consentirgli di ottenere la ragione. Dopodiché il cliente viene seguito dall’avvocato, che definisce la strategia da utilizzare in tribunale. In quella fase non ho né le competenze giuridiche né la possibilità di aiutare il cliente. Il mio lavoro, per quanto prezioso e utile, si ferma nel momento in cui fornisco al cliente uno strumento che gli può consentire di ottenere la ragione in tribunale.
    Infine, per fare maggiore chiarezza, forse non saprà che anche la migliore strategia di un avvocato può comunque non essere sufficiente, in quanto l’esito della causa può dipendere da molteplici fattori, quali la difesa della controparte banca o le scelte del giudice.

    Certamente, se la mia perizia avesse dato ragione alla banca, avrebbe potuto contribuire all’esito negativo per il cliente. Ma non è così! Come avrà certamente potuto vedere, applicando i metodi matematici e giuridici esposti ed argomentati in perizia, ho rilevato per il cliente un diritto restitutorio di oltre 45.000 euro! Non vedo come questo potrebbe aver fatto pendere l’esito della causa a favore della banca.

    Attribuire alla mia perizia la responsabilità dell’esito di una causa o di una strategia difensiva denota quindi da parte sua una profonda ignoranza in materia. La cosa che più mi rincresce è che attaccando me attacca uno dei pochi consulenti di parte che operano a favore di clienti e correntisti, ricercando e lavorando sui metodi matematici più efficaci per ottenere ragione contro le banche. Le assicuro che conosco centinaia di professionisti che lavorano per difendere gli istituti bancari e passano la loro vita a cercare i metodi matematici e le ragioni giuridiche più astruse per consentire alle banche di operare nel più completo spregio delle leggi. Se davvero, come lei afferma, vuole stare dalla parte dei correntisti, sarebbe meglio che attaccasse questi professionisti (sarei lieto di presentargliene tanti!), molti dei quali sono anche CTU, regolarmente iscritti alle liste dei tribunali e vengono nominati nel loro ruolo di ausiliari del giudice. Ci si aspetterebbe che fossero super partes ma le assicuro che dalle loro relazioni traspare chiaramente da che parte stanno. Questo sarebbe anzi un grande argomento di indagine su cui focalizzarsi per portare veramente equità nei tribunali e difendere in tal modo le ragioni dei correntisti. La invito dunque a focalizzarsi su questo problema. La legge esiste, facciamola funzionare!

    Confermo infine di essere il genero dell’Avv. Chiericati e ne sono piuttosto orgoglioso. E anzi è stato grazie alla passione, all’impegno e alla devozione con cui l’Avv. Chiericati difende i suoi clienti che ho deciso di intraprendere questo percorso di conoscenza e specializzarmi nella difesa dei diritti dei meno preparati contro le banche. A questo proposito e volontariamente senza fare nessuna osservazione personale, la invito a chiedersi il motivo per cui l’Avv. Chiericati ha interrotto i propri rapporti con il sig. Vilnò.

    • Gentile Davide buongiorno,
      è con piacere che la pubblico e le dò il benvenuto, mi sarebbe piaciuto anche dirle grazie di aver letto l’articolo, ma dalla sua risposta è evidente che non lo ha letto.
      Tutta la sua risposta è completamente fuori tema rispetto al vero problema sollevato nell’articolo, che apre con la grave situazione di una famiglia di tre componenti, tra cui un bimbo di otto anni, famiglia che non ha e non ha mai contratto nessun debito, le ripeto mai contratto nessun debito con nessuno e che a causa della mala gestione di una banale pratica di richiesta di sospendere delle rate del mutuo derivata da un sopravvenuto impedimento lavorativo come la disoccupazione di SOLI otto mesi si è ritrovata in Tribunale con la sentenza di soccombenza, un silenzio di mesi da parte del soccombente e la casa all’asta e l’iscrizione in Centrale Rischi come cattivi pagatori.
      La trama a questo punto poi si snoda ovviamente sulle contestate pratiche commerciali di queste società, tra cui ci sono SDL Centrostudi e D.E.C.I.BA. che, a mio avviso, e ne ho il diritto di critica, non tengono conto delle reali problematiche delle persone alle quali indistintamente vengono vendute le sue preziosissime perizie spesso inutilmente e senza metterli davanti ai veri rischi che corrono.
      Dalla sua risposta è evidente che è più preoccupato dell’apparizione del suo nome in questo modesto blog, invece che preoccuparsi seriamente sulla scelta dei partners lavorativi con cui collabora, in passato con D.E.C.I.BA. e ora con SDL Centrostudi e che, sempre per diritto di critica, stanno sfruttando probabilmente il suo sapere e i suoi brillanti metodi matematici al solo scopo di benessere personale altrimenti non si spiegherebbero questi casi, e mi creda sono MOLTI, camuffati dietro alla dietrologia di cavalieri al servizio dei cittadini nella guerra del cambiamento del rapporto banca/contribuente seriamente.
      Ancora la trama si intreccia con mia esperienza personale, con questi capitani di industria di queste aziende, intendo D.E.C.I.BA. ed SDL Centrostudi, ai quali ho sempre teso la mano e ho sempre messo a disposizione dati veri, sentenze, problemi, pericoli … ma invece di ascoltare e magari fare un lavoro più serio e ben pagato (perchè l’italiano normale è uno che se gli risolvi il problema non gli importa quanto costa) si sono sempre e soltanto preoccupati di quanto dovevano sborsare in termini di soldi per farmi desistere dal continuare ad esercitare il mio NATURALE DIRITTO DI CRITICA.
      Rifletta Davide quanto le hanno detto che costerebbe il mio silenzio, si spazia dai € 300,000 ai €2.000.000,00 a lei che cifra hanno raccontato?
      Ma lei la mia voce l’ha mai sentita? Ha mai parlato con me?
      Incontro lei qui ora, ma non lo mai sentita o incontrata prima personalmente, mai l’ho vista interagire per un suo interesse personale nelle vicende di tutte queste persone, famiglie, VITE di uomini e donne ROVINATE, si è mai chiesto come mai sono così tanti?
      Se sono così tanti, allora non le viene nemmeno un dubbio che io abbia ragione sul fatto che la pratica commerciale è in completo disallineamento rispetto alle reali necessità delle persone e che quindi il suo prezioso contributo alla causa sia in qualche modo vanificato proprio perchè oggetto di sciacallaggio?
      Sono a sua disposizione, come lo sono stata sempre per tutti, può contattarmi quando vuole e possiamo anche affrontare altre problematiche e scrivere articoli su tantissime componenti di questo mondo, …ma non erano oggetto di questo articolo.

      Un ultima cosa, vorrei sapere da lei per favore mi spiega:”Non entrerò nel merito di tutto il contenuto dell’articolo, a tratti impreciso,…” su cosa questo articolo è impreciso? …e chi avrei offeso? Vorrei esercitare il mio DIRITTO di chiedere scusa nel caso.
      Grazie per la cortese risposta
      Deborah

      • Gentile Sig.ra Betti,

        io il suo articolo l’ho letto molto bene. È invece evidente che lei non ha letto la mia risposta. Ho infatti specificato che avrei enunciato il mio parere SOLO ED ESCLUSIVAMENTE in merito alla sua citazione del mio nome e del mio lavoro di professionista. Io la verità gliel’ho detta. A lei decidere come utilizzarla.

        Saluti

      • Gentile Davide,
        un pò riduttivo il suo approccio, non trova?
        Mi va bene anche così, non possiamo tutti occuparci profondamente delle questioni, ma le chiedo, ora che si fa per risolvere il problema di questa famiglia? Decisamente causato da SDL Centrostudi con perizia a marchio D.E.C.I.BA. …le ricordo che dicono che la certificano, ripeto certificano!
        Mi può anche chiarire chi ho offeso e perchè il mio articolo è impreciso?

    • Voglio rispondere all’ ing. Porzani .
      Punto primo : la perizia non è un semplice strumento, è uno strumento importante perché è li che l’avvocato ( inesperto ) redige il suo atto sulla base di una perizia fatta con un programmino ( che però non è sufficiente, altrimenti lo farebbero tutti.)
      Purtroppo non basta solo inserire i dati.
      Diversamente un avvocato esperto in materia è lui stesso a dire al perito : “ ehi, la perizia me la devi fare cosi perché ho intenzione di esporre al giudice, in questo preciso modo, il mio concetto. “
      E questa è verità assoluta anche data da un’ evidenza ben conclamata : la CTU non potendo essere esplorativa, deve per forza, essere espertiva.
      Spiegato in soldoni, non possiamo chiedere “ ehi giudice, ho il sospetto che vi sia usura qui, puoi nominare il CTU per vedere se ho ragione ? “ . Questo, purtroppo o per fortuna, non si può fare. Quindi, in sostanza, la perizia è fondamentale. ( ah mi piacerebbe poter vedere la perizia redatta e i documenti necessari alla sua composizione per capire come il giudice non abbia colto il messaggio che “ strategicamente “ si voleva mandare.)
      Il consulente è veramente di parte non solo quando fa bene la perizia, ma anche quando dice “ caro cliente, non possiamo andare in giudizio con queste contestazioni, onde evitare spese inutili, ti sconsiglio di procedere ( caro cliente ) . Un passo indietro avrebbe risparmiato a tutti una gran rottura ( mi consenta ) di coglioni.
      Ma è fondamentale anche un altro aspetto e penso che, chiunque abbia almeno guardato la copertina de L’arte della guerra e Metodi militari, riesca almeno a percepirlo : non si va in guerra senza conoscere il territorio sul quale si combatterà la battaglia. Mi riferisco alla sua affermazione “ anche la migliore strategia di un avvocato può non essere sufficiente. Balle . Quella non è una strategia.
      Cioè, ma perché portare in causa una pratica del genere ? Io il perché lo so bene, che va al di la delle 2800 di perizia iniziale… ma lasciamo perdere ( per ora ).

    • Riassumiamo:
      – Il perito è il migliore al mondo e la sua perizia è la migliore al mondo.
      – L’avvocato è il migliore al mondo e la sua causa è la migliore al mondo.
      – Se la causa si perde, è per colpa del Tribunale che è filo-bancario.
      E vissero tutti felici e contenti.
      Tranne i clienti.

    • Il Signore prova a smarcarsi con destrezza ed eleganza ma poi mi definisce ‘strumenti’ le perizie. Poi c’e’ l’Avvocato. Minchia! Scusate il termine. Nemmeno finisce la perizia che già passa la colpa al cliente ed all’ Avvocato. Parliamo di perizie trite e ritrite che hanno messo in guai seri gente onesta. Si vergogni e si cerchi un lavoro onesto. La vita presenta sempre il conto. Faccio notare che l’acronimo Deciba ricorda molto lo stile di Catapano quando battezzava creature dai nomi fuorvianti ed ingannevoli come il mostro dell’ ‘Osservatorio Parlamentare Europeo.

    • I vecchietti come me ricordano il PAF, Piano di Accumulo con Finanziamento, usato da un professore universitario ctp del Mps per giustificare i My Way e i 4 You, per affermare con certezza che oltre il PIC e il PAC esiste il PAF e quindi i contratti erano ottimissimissimi. In effetti, basta pagare e ti scrivono qualunque cosa.

  8. A proposito di peracottari, strepitosi i “pentiti”…gente che ha magnato a dieci ganasce in banca ed ora coi soldoni in tasca si butta nel business raccontando pure di aver lasciato schifati quell’ambiente…e fanno pure libri, convegni…ad uno ho domandato se aveva regalato tutti i guadagni usurai in beneficenza…se ne è scappato.

  9. Negli ultimi tre mesi mi sono accaduti due casi di persone ultra-indebitate che prendevano in considerazione l’idea di andare all’estero a vendere un rene. In ambo i casi è stata avviata la procedura di legge sul sovra-indebitamento con valide possibilità di riuscita e in ambo i casi col patrocinio a carico dello Stato, anche se quella legge sta mostrando di essere poco lineare e poco limpida in alcuni aspetti. Domandina: se anziché “tale” Pepito i due si fossero imbattuti nei super-esperti di Sdl ecc. e nei loro periti che non periscono mai…come sarebbe andata a finire? Lasciamo perdere i vari peracottari Serafini ecc. ma Mister Calabrò con l’accento sulla Q, che in Tribunale storie del genere ne ha viste anche più di me, come consente che simili disperati finiscono nelle mani di persone che vendono perizie mentre servono un amaro?

  10. Io rimango sempre più allibito di come un uomo come “Tale Calabrò” si faccia complice di certe porcate,
    Si capisco che il denaro è importante ma la reputazione lo è ancora di più.
    Come si fa a fare una vita “giudicando” ciò che è giusto e ciò che è sbagliato e poi…..coprire persone che di trasparente hanno ben poco.
    Persone che SPECULANO sulla miseria altrui “camuffando” continuamente le carte facendo pubblicità INGANNEVOLE.
    D.E.C.I.BA. dipartimento delle cazzate che gioca sull’ignoranza e sulle disgrazie altrui in realtà è un SRLS, che cerca di adescare POVERI DISPERATI raccontando che con il suo nome altisonante (dipartimento europeo) saranno al sicuro, saranno protetti.
    Falsità ipocrisia e nulla più.
    “Tale” Calabrò cosa aspetta per andare dalla parte degli Onesti?
    Aspetta che ci scappi il morto?

  11. Ciao, un pò di tempo fa parlai con te per un caso di usura /truffa che ancora stò cercando di risolvere.
    Tu con me sei stata disponibilissima e mi hai dato dei consigli pur non conoscendomi. Avevo letto delle cose su di te che mi hanno fatto incazzare in maniera esponenziale, e prontamente ti ho inviato una mail …tu sempre di un’umiltà disarmante mi hai rassicurato e mi hai anche fatto ridere, riportandomi alla calma
    Adesso capisco chi sono queste persone e come sempre ti sei difesa in maniera eccellente, sbugiardando queste persone che a mio avviso ti stavano diffamando.
    Ora è tutto ben chiaro
    Ciao Maria

  12. Quanto a DECIBA, Dipertimento Europeo etc. etc. mi torna in mente il CEPU, Consorzio Europeo per la Preparazione Universitaria. Sono modi per camuffare la realtà. Anzi…vista la situazione…mi sa che i periti-che-non-periscono-mai DECIBA e tutti gli SDL avvocati, consulenti, Serafini, con l’immarcescibile supervisione di Mister Calabrò con l’accento sulla Q ecc., si sono tutti laureati al CEPU.

  13. Stavo giusto in pensiero perché, d’accordo che agosto non si conteggia, ma era troppo tempo che non mi arrivava qualche causa persa, lite temeraria, mediazione dimenticata come in questo caso -vabbè ma con tutto quello che uno ha da fare…a chi di noi non è mai capitato di dimenticare l’ombrello alla posta, per dire- dal Nostro Serafino e dalla sua Invincibile Armata (Brancaleone) supervisionata da Mister Calabrò con l’accento sulla Q…quanto ai periti….regalino: https://www.youtube.com/watch?v=p8vb-9K2hxQ