Mostra bottoni
Nascondi bottoni

Mi manda RaiTre vs SDL Centrostudi. La diffida!

mi-manda-raitre_sdl-centrostudi_18-gennaio

Mi manda RaiTre vs SDL Centrostudi S.p.a, l’interessante storia dietro le quinte.

Chiarito cosa penso dei programmi TV di qualsiasi genere nel precedente articolo “Mi manda RaiTre. TV, intrattenimento e marketing!” che vi invito a leggere se ve lo siete perso, siete diretti testimoni che ho sempre sostenuto ogni vostra iniziativa finalizzata ad arrivare ad una bonaria definizione della problematica nazionale, legata alla SDL Centrostudi Spa.

Abbiamo quindi scritto al programma Report il 12 dicembre 2014 – nessuna risposta, ad SOS Gabibbo l’11 febbraio 2016 – nessuna risposta e alla redazione di Moreno Morello – nessuna risposta.
Abbiamo però presentato da tempo tante denunce nelle Procure e agli Ordini degli Avvocati e da queste, avremo risposte.

Nel frattempo mi pare doveroso informare tutti voi su cosa è successo nel dietro le quinte della puntata del 18 gennaio 2017 di Mi manda RaiTre dove è intervenuto anche il presidente della società SDL Centrostudi Spa, Dott Pietro Calabrò.

SDL Centrostudi invia una diffida al programma Mi manda RaiTre a mezzo di uno dei suoi legali Avv Giovanni Lauro di Napoli.

Premessa, mentre il 18 gennaio la trasmissione del mattino è in onda, i ragazzi della Rai che si occupano di Social Media inseriscono sulla pagina Facebook del programma due post riguardanti degli spaccati della trasmissione, restano per poco tempo, poi il tuonare dell’arrivo di una diffida da parte di SDL Centrostudi fa si che la redazione decida di cancellarli.

Il 19 gennaio arriva la diffida pubblicata anche sul sito di SDL, da questa iniziano per me un paio di giorni di giorni concitati di filo diretto con la redazione del programma per discutere i contenuti della raccomandata.

In un primo momento ho pensato ad un vivo interesse della trasmissione al caso specifico, dato che per loro stessa ammissione avevano avuto tantissime segnalazioni dai cittadini.
Con il passare del tempo invece ho capito che tutto l’impegno, la documentazione inviata e reperibile anche in questo blog era finalizzata invece a rendere forte la posizione degli avvocati della Rai nel rispondere alla SDL Centrostudi, e il silenzio fino ad oggi è calato sulla problematica.

Incredibile siamo noi, le vittime, che hanno aiutato la Rai a difendersi! Forse non c’è nemmeno da restar troppo sorpresi.

Il contenuto della diffida di SDL Centrostudi vs. Mi manda RaiTre.

Cito Avv Giovanni Lauro della SDL Centrostudi Spa:

richiederVi l’immediata rimozione, dalla Vs. pagina Facebook, dei video, dei post e dei commenti diffamatori, pubblicati, in data 18.01.17 e ss., dalle ore 10:05 alle ore 16:35 e ss., e la tempestiva rettifica delle informazioni false e tendenziose che avete divulgato, senza alcun controllo delle Vs. fonti e dei Vs. ospiti, nel  corso della diretta del giorno 18.01.17.

In via del tutto preliminare va chiarito che né SDL, né il Suo Presidente, al contrario di quanto affermato dal conduttore del programma, ha MAI promesso con certezza la vittoria dei giudizi intentati nei confronti delle banche essendo noto, anche a soggetti di medio/bassa capacità di discernimento, che l”esito del contenzioso dipende dal giudice terzo…

Inizia così, con l’impronta tipicamente “essedielliana” che vanta la negazione di un determinato fatto anche davanti all’evidenza assoluta del contrario, resa pubblica dalla stessa SDL Centrostudi sui suoi canali social aziendali.

Basti infatti andare a vedere il vecchio sito della SDL Centrostudi che riportava vittorie gloriose su tutti i Tribunali italiani per addirittura il 97% sdl_centrostudi_agicom_vecchia_home_page-1024x742

Sito che è stato modificato dopo la pesante sanzione per importo pari a €100.000 per PUBBLICITA’ INGANNEVOLE E COMPARATIVA PB783 – SDL CENTRO STUDI-CONSULENZE LEGALI Provvedimento n. 25195 di cui mi fregio la partecipazione attiva.

Sottolineo anche che qualsiasi “soggetti di medio/bassa capacità di discernimento” è in grado di sentire che la stessa affermazione, non solo di vittoria bensì di copertura assicurativa di tutte le spese di giudizio, viene affermata dal proprietario della SDL Centrostudi Spa, Sig. Serafino Di Loreto in questo video, disponibile in versione integrale sul canale YouTube della stessa società.

Sorrido al pensiero del fatto che non ho capito in che grado di misura inserite la vostra la capacità di discernimento nel non comprendere messaggi espliciti quali questi e molti altri che non cito, ma siate certi che integralmente sono consegnati nelle giuste mani.

Ma andiamo avanti:

…avreste potuto chiarire agli ascoltatori che il dott. Calabrò, Vs. ospite, è stato il magistrato che nel 1999, nonostante un ventennio di giurisprudenza di Cassazione che riteneva l’anatocismo applicato dalle banche un uso negoziale lecito, ha reso la prima sentenza che dichiarava illegittima la pratica anatocistica perpetrata dagli istituti di credito in danno dei cittadini ed in palese violazione del codice civile. …

Mio nonno le avrebbe risposto: “chi sé lòda se imbròda”, in milanese!

E’ necessario infatti chiarire a tutti gli utenti che il Dott Pietro Calabrò ha scelto nella sua vita di fare per un periodo, anche il magistrato.
Per la funzione di magistrato il Dott Pietro Calabrò ha percepito tutti i sacrosanti mesi uno stipendio attraverso soldi pubblici derivanti da tanti onesti cittadini che hanno e ancora pagano le tasse, quindi mi scuso, ma io…non capisco, qual’è l’ardua impresa, l’evento sconvolgente, non era di fatto un suo DOVERE nei confronti degli onesti cittadini che gli hanno garantito lo stipendio? 

Inoltre c’è un altro fatto che non capisco, il Dott Pietro Calabrò si fregia di un primato che, deteneva a suo tempo anche l’Avv Massimo Meloni collaboratore e redattore dei famigerati “Parere Pro-Veritate” delle perizie sui mutui dalla SDL Centrostudi SPA, perizie gravemente sanzionate da tutti i Giudici italiani con la sanzione, cosi detta Lite Temeraria, in questa intervista:

C’è da chiedersi: ma con l’alta concentrazione di fenomeni umani passati e presenti gravitanti in SDL Centrostudi, come è stato possibile accumulare il più alto numero di sentenze negative nei Tribunali italiani?

Ma soprattutto, Dott Calabrò e Avv Lauro, seriamente mi spiegate qual’è il motivo per cui vi è più comodo far passare me come “lupo travestito da agnello” e mai invece avete fatto accenno ad un eventuale causa civile per danni nei confronti del Dott Alessandro Cotturri e all’Avv Massimo Meloni protagonisti reali di questo catastrofico fallimento delle perizie di SDL? 

Ma andiamo avanti con la lettera dell’ Avv Giovanni Lauro:

Ed infatti avete ospitato un gruppo di “lupi travestiti da agnelli” (come la sig.ra Betti…) che non hanno fatto altro che strumentalizzare la Vs. trasmissione …, per portare alla ribalta nazionale ciò che privatamente, sul blog della sig.ra Betti …, quotidianamente tentano di fare: eliminare uno scomodo concorrente dal mercato. … È curioso notare come la Vs. pagina facebook sia diventata, invece, lo “sponsor” (questa volta sì) del blog della sig.ra Deborah Betti – che tra l’altro ha anche usurpato il marchio SDL al fine di  trarne beneficio per la propria attività commerciale e concorrenziale – … della stessa Betti, contro cui, peraltro, la SDL ha sporto denuncia per estorsione.

Questo è il pezzo del compatimento aziendale, piangere un po’ sulle proprie disavventure buttando le colpe su qualcun altro ha una sua efficacia, ovviamente nel tipico stile “essedielliano”  è previsto essere utilizzato senza inviare documentazione a sostegno di ciò che si scrive.

Io non faccio perizie, non lavoro in banca e non sono un avvocato, facilmente si accede all’informazione anche direttamente dal mio datore di lavoro, prendo atto che anche la banale telefonata in SDL è un’azione epocale.

Per quel che riguarda le denunce che SDL avrebbe fatto a mio carico, Avv Giovanni Lauro omette informazioni importanti e realmente già definite dal Tribunale di Milano, i soliti noiosi documenti reali.

Omette nel vero di dire che i procedimenti aperti da SDL contro questo blog sono già stati vinti dalla sottoscritta. Per completezza di informazioni vi invito a leggere le sentenze emesse: Sentenza TRIBUNALE di MILANO Sezione PRIMA CIVILE Giudice Dott. Serena Baccolini
Sentenza TRIBUNALE di MILANO Sezione PRIMA CIVILE Giudice Relatore Dott Valentina Boroni – Presidente Dott Roberto Bichi

Infine il marchio SDL – SOS Difesa Legalità, quale castroneria l’usurpazione? Il marchio è regolarmente registrato da me, Deborah Betti, in quanto libero sul mercato e il progetto è realizzare un programma di comunicazione sulla legalità fuori dai Tribunali e come nuovo modello di cultura (non mi dilungo, credo di aver compreso da tempo che è un concetto lontano per il mondo SDL).

La diffida si dilunga poi sull’analisi dei personaggi presenti in trasmissione quali testimoni di un cattivo operato della SDL, come ho scritto alla redazione, non conosco ne il Sig.r Bianchi ne il Sig.r Cipullo, ospiti che si sono rivolti direttamente alla trasmissione e non si sono mai messi in contatto con questo blog.

Poi una lunga disquisizione sulla testimonianza in incognito, da parte della giornalista di “Mi manda RaiTre” ad un ex dirigente della SDL che a detta di questa diffida sarebbe “stato allontanato da SDL in quanto radiato dall’albo dei promotori finanziari della CONSOB a seguito di condanna per appropriazione indebita” quindi testimonianza inattendibile, secondo questa diffida, oltre che affermazione del nuovo ordinamento della società SDL dettato dal presidente Dott Pietro Calabrò di efficace epurazione dalle persone non proprio pure per poter lavorare con la SDL.

Credo sia questo il culmine ipocrita del contenuto di questa diffida, la domanda è: perché è stato allontanato solo questo collaboratore e non prende invece provvedimenti più seri su altri professionisti che lavorano indisturbati in SDL nonostante le denunce presentate e nonostante il tutto le sia ben noto?

Esposti contro l’Avv Biagio Riccio, per esempio sono stati presentati all’Ordine degli Avvocati, per gravi inadempienze professionali (ovviamente ho la documentazione nel caso le servisse), l’Avv Biagio Riccio non solo lavora tranquillamente sotto il suo “beneplacito”, ma è anche attualmente impegnato in un progetto di legge denominato “Giubileo Bancario” insieme ad un suo fidato sostenitore Giovanni Pastore, quest’ultimo ricopriva in passato anche la carica di responsabile Ufficio Stampa della SDL e protagonista di ben due articoli dell’Espresso di cui l’ultimo del 11 Agosto 2016 di Francesca Sironi 

Da questo documento, appare che usiate “due pesi, due misure” per giudicare e prendere provvedimenti verso i vostri collaboratori, mi pare che in questo documento sotto siate ben fieri di avere l’Avv Biagio Riccio tra i vostri stimati professionisti. img_0738

Altri esposti sono stati presentati a Torino anche verso lo Studio Legale Michele Gallucci, (i documenti saranno oggetto di articolo a parte), lei può nella sua veste di ex magistrato facilmente chiamare l’Ordine degli Avvocati di Torino e prendere direttamente contatti, sono molto gentili e altamente professionali.

Va da se che nessuno di noi l’ha vista così risolutore con questi professionisti nella ugual misura dell’ex dirigente suo collaboratore, nonostante le sue dichiarazioni pubbliche nella stessa trasmissione.

Dichiarazione del Dott Pietro Calabrò

…oggi parlare in questo modo di SDL danneggia l’attività della società, l’attività di centinaia di avvocati seri che io ho riselezionato in tutta Italia, lei sa benissimo che gli avvocati non sono dipendenti di nessuno.
Se io incarico, anche come azienda commerciale un avvocato di occuparsi di un contenzioso non potrei nemmeno dirgli quale riga scrivere nei propri atti difensivi, nel momento in cui scopro che l’avvocato non è all’altezza lo cambio …

REALTA’, in SDL Centrostudi gravitano ancora oggi il maggior numero di avvocati che hanno conseguito risultati disastrosi nei Tribunali italiani aggravati dalla sanzione di Responsabilità Aggravata ex art 96 cpc

e lei ancora non ha preso nessun provvedimento, sia nei confronti degli avvocati che lavorano indisturbati, sia nei confronti dei clienti che si trovano a pagare queste gravi negligenze professionali, SOLI.

Forse Dott. Calabrò lei voleva dire …

“nel momento in cui scopro che un avvocato non è all’altezza, me lo tengo stretto in SDL Centrostudi” 

Facciamo due conti

I numeri di SDL Centrostudi SPA parlano chiaro e con essi si possono fare operazioni di matematica incluse nel programma delle scuole elementari:

Data di attività 30/9/2010
Fatturato 31/12/2011 1.008.799,00 €
31/12/2012 5.035.601,00 €
31/12/2013 26.262.482,00 €
31/12/2014 46.096.329,00 €
31/12/2015 33.341.871,00 €
Somma Fatturato 111.745.082,00 €
Costo unitario a Perizia 2.500,00 €
Somma Fatturato diviso il Costo unitario della Perizia 44.698 nr dei clienti SDL 
Sentenze Pubblicate sul Sito SDL Centrostudi    168  
Ordinanze ubblicate sul Sito SDL Centrostudi    818  

Dott Calabrò, facciamo un ragionamento insieme, io e lei:

  • con nr 44.698 clienti in 5 anni di attività
  • ipotizziamo insieme che il 50% sia andato in mediazione, chiuso bene lo tolgo dai 44.698
  • restano 22.349 cause in giudizio
  • ipotizzando ancora prudentemente di aver vinto solo il 50% di queste 22.349 per il fattore “sfiga”
  • dovrebbero esserci pubblicate sul vostro sito SDL 11.175 tra sentenze e ordinanze

avete pubblicato solo nr 986 tra sentenze e ordinanze mancano quindi all’appello nr 10.189 sentenze che non si sa come mai, se le aveste seriamente vinte avrebbero trovato accoglimento sul vostro sito

mancano inoltre nr 33.524 commenti positivi dei vostri clienti ottenuti sommando i nr 22.349 tra i clienti felici chiusi in mediazione e gli 11.175 che hanno vinto sentenze che magicamente sono scomparse

Quale “soggetti di medio/bassa capacità di discernimento” ha difficoltà a comprendere queste semplici operazioni di matematica?

I numeri non tornano, mi pare evidente, non mi è chiaro che cosa ha sventolato in trasmissione tra quei fogli che teneva in mano… ma, ammetto di non capire, faccio parte di quei 11.174 che hanno perso per “sfiga”  😉 

 

 

Rispondi

7 pensieri su “Mi manda RaiTre vs SDL Centrostudi. La diffida!

  1. Nella statistica “positiva” di SDL potrebbe rientrare anche il mio caso, dove a fronte di € 4.600,00 euro spesi fra perizia, anpar e spese legali sono riuscito a recuperare ben € 80,00 sui quali ho correttamente corrisposto ad SDL la provvigione del 25% e cioè €20,00. Ufficialmente, su suggerimento dell’avvocato SDL, abbiamo chiuso a spese compensate per non rischiare la lite temeraria, vista la perizia errata, la banca ha riconosciuto comunque un piccolo errore di calcolo su una rata di interessi e quindi ha restituito quanto indebitamente addebitato.
    Visto che ho corrisposto loro una provvigione sul recuperato sono sicuro che il mio sarà uno dei casi annoverati da sdl come sentenza che li ha visti vittoriosi sulle banche.

    • Strano non abbiano emanato uno dei loro pacatissimi comunicati del tipo: Clamoroso successo! Prima volta in Italia! E’ con immenso piacere che pubblichiamo il dispositivo con cui il nostro celeberrimo avvocato da 5.000 euro al giorno ha spezzato le reni alla banca, costringendola a risarcire un nostro cliente.

      • Guardiamo il lato positivo: almeno con quei venti euro ci pagheranno una cartuccia (non originale) per la stampante, evitando di chiedere i soldi al prossimo cliente come hanno fatto l’altra volta!

  2. Cara Deborah,
    mi permetto di farti notare che dalla tua analisi dei conteggi sui fatturati manca un pezzo.
    Non hai conteggiato la success fee del 25% legata ai contratti da riconoscere all’azienda in caso di esito positivo della pratica, sia essa chiusa in mediazione che di vittoria in tribunale e che a mio avviso avrebbe dovuto in ogni caso aumentare il fatturato anche di fronte ad un eventuale calo delle vendite.

    • Stai dicendo che non vincono mai? Ma come…proprio loro che vantano una percentuale di successi pari al 24.765,91% e in mediazione perché le banche tremano appena sentono il nome di SDL e si affrettano a pagare per non perdere in Tribunale anche le mutande?

  3. La comunicazione ai collaboratori dell’esimio Avv. Dott. Prof. Biagio Riccio contiene l’essenza della baracca: l’esimio Avv. Dott. Prof. Biagio Riccio offre attività legale ai clienti che “acquistano le perizie” SDL. I soggetti che lavorano in maniera seria, invece, fanno della perizia uno degli strumenti del proprio lavoro. Nessun serio operatore del settore “vende perizie”, nessun serio operatore del settore offre i propri servizi su documentazione preparata da altri. Se qualcuno si presenta qui da me con la perizia pronta gli rispondo di rivolgersi a chi ha preparato la perizia. Sempre sia fortunato che non lo faccio uscire dal balcone anziché dalla porta.