Mostra bottoni
Nascondi bottoni

SDL Centrostudi e la “geosoccombenza” nei Tribunali d’Italia – UDINE

Questa è la storia di Fabio con SDL Centrostudi e della sentenza di soccombenza che grava pesantemente sull’azienda di famiglia emessa dal Tribunale di Udine; qui il documento integrale da scaricare, Sentenza Dama Service_Udine 510-15.
L’analisi di questa sentenza, speriamo anche grazie all’intervento di qualche professionista lo facciamo in seguito; le date, i tempi processuali, quello che scrive il giudice, perché ha ritenuto opportuno non nominare la CTU … varie ed eventuali – dopo!

SDL Centrostudi geosoccombenza Tribunali Italia_UDINE

SDL Centrostudi geosoccombenza Tribunali Italia_UDINE

La storia di Fabio con SDL Centrostudi

Fabio inizia la tua storia:

dicembre 2013 arriva in azienda un signore di nome Gianmario Bertollo, si presenta come il capo area Veneto di SDL Centrostudi, azienda di Brescia specializzata nel controllo delle anomalie bancarie, usura ed anatocismo; e ci racconta che il loro mestiere è quello di analizzare i rapporti con le banche, scovare anomalie e ricorrere in azione di recupero in caso di usura. Ascoltatiamo attentamente e con interesse il Sig. Bertollo esaltare l’ azienda da lui rappresentata per gli ottimi risultati ottenuti e consolidati; decidiamo di far analizzare il leasing del fabbricato emesso da Hypo Bank ed un rapporto di conto corrente con fido S.B.F. (salvo buon fine) con l’allora Banca Antonveneta oggi Montepaschi, rapporto chiuso da 4 anni circa. Prepariamo tutti i documenti e nei primi giorni di gennaio 2014 il Sig. Bertollo passa e ritira il tutto. Dopo circa 15-20 giorni si presenta con le “mitiche” preanalisi gratuite che riportano i seguenti risultati:
– leasing Hypo Bank recuperabile di € 313.000 successivamente ritoccato a € 200.000 più cauto, la giustificazione è infatti la seguente:”abbiamo rifatto la preanalisi per prendere un valore inattaccabile ed indiscutibile!”
-C/C Antonveneta circa € 100.000 dei quali una bella sommetta sotto la voce “usura soggettiva”!

Scusa Fabio ti ascolto volentieri, ma qui vorrei mettere il link al video Serafino Di Loreto Intervista 12 marzo 2014 . Uno dei miei video preferiti; batte Grey’s Anatomy in classifica serale alla TV; al minuto 5.25 Serafino Di Loreto dichiara: “con una preanalisi che al centesimo dichiara e certifica quanto quell’istituto di credito eventualmente ha prelevato a titolo di usura oggettiva, a titolo di usura soggettiva …….o altra nefandezza possa essersi nello specifico macchiato” – scusa l’interruzione, te lo faccio notare Fabio perché da € 313.000 a € 200.000 mi dirai che non è al centesimo, anche tu sei pignolo!!!

Fabio:
Dopo un confronto in famiglia decidiamo quindi di proseguire pagando profumatamente due perizie. Ci viene detto sempre che sono le migliori sul mercato, quelle che fanno vincere le cause…….Cause? Cause? Ma non si doveva chiudere in 3/4 mesi?? Boh…. Ma c’è fiducia, e c’è una bella cifra da recuperare! Ci fidiamo! Ci viene quindi fissato un appuntamento in quel di Brescia con un professionista avvocato convenzionato con SDL Centrostudi per “partire in quarta” e recuperare quanto la banca ci ha “derubato”; anzi veniamo a sapere addirittura che per Hypo Bank la SDL ha un ufficio apposito all’interno della sua organizzazione solo per questa banca quindi le possibilità di arrivare ad un compromesso rapido e risolutivo sono altissim! Cavolo che fortuna!
Il caro Sig Bertollo che incalza: “anche perchè nessuna banca vuole andare in causa!”

Veniamo convocati quindi a Brescia e ci viene assegnato il Prof Rondinelli, Prof. Avv. Michele Rondinelli; è una persona in gamba e trasmette sicurezza; il Prof. Rondinelli ci propone due strade alternative, la “soft” con lettera alla banca che può non rispondere o la “strong” con atto di citazione per tutte e due le posizioni bancarie.
Decidiamo per la “strong”! Per il leasing ci suggerisce di non pagare le rate (testimone il Sig. Danilo Sasso) in maniera da far uscire la banca Hypo Bank dall’uscio; chiediamo quindi in che tipo di pericolo può incorrere l’azienda e soprattutto se ci possono essere rischi di venir segnalati in centrale rischi dando così il via a tutti gli eventuali conseguenti problemi sugli altri rapporti bancari in essere. Alla specifica domanda ecco la risposta: “se c’è il semaforo rosso non si può passare, bisogna fermarsi ma c’è qualcuno che passa anche con il rosso!” In poche parole non potrebbero ma possono farlo.
Torniamo a casa belli carichi, suggerisco ad un mio amico imprenditore di contattare il Sig. Bertollo e aspettiamo i famosi 3/4 mesi per la soluzione bonaria con le 2 banche.
Passa il tempo, le banche non si fanno sentire; decido allora di contattare il Prof. Rondinelli per capire se ci sono sviluppi il quale mi manifesta la strana necessita di un bonifico di € 50,00 perchè ha rotto la stampante e deve stampare i documenti, non ho capito dove ma ha bisogno di € 50.00 per queste fotocopie (situazione fantozziana dimostrabile attraverso le mail che conservo ancora oggi tra me e il Prof. Rondinelli). Allegato mail DAMA Service_ Mail
A quel punto c’è confusione, frustrazione e cominciamo ad avere dubbi sull’operato di SDL Centrostudi e C.; ricontattiamo il Sig. Bertollo che da buon responsabile/capo area ci rassicura e ci dice che sistemerà lui il tutto e che non ci dobbiamo preoccupare e che i € 50.00 li paga di tasca sua se proprio il Prof Rondinella li vuole.

Sempre attorno a quel periodo ci arriva la convocazione per la mediazione con Hypo Bank fissata a Milano alle ore 12.00; partiamo da Marostica, due ore e mezza di strada, traffico, ricerca di parcheggio, corri … siamo in ritardo causa traffico in tangenziale, arriviamo dall’ente mediatore; suoniamo il campanello, saliamo le scale, salutiamo: “Salve, buon giorno scusi un piccolo ritardo siamo la Dama Service, siamo qui per la mediazione con Hypo Bank ….” ….. silenzio di pochi secondi, evidente imbarazzo da parte del mediatore che ci dice:”Si…ma la banca Hypo Bank oggi non si presenta….ma scusate, non siete stati avvisati da SDL?”

Si riparte da Milano per tornare a Marostica, chiamiamo prima Prof Rondinelli con toni gentili poi chiamiamo il nostro referente, il Sig. Bertollo il quale ci dice di mandare una mail “cattiva” e che ci penserà lui a parlare con Di Loreto e Pigolotti perchè vuole assolutamente capire il perchè non siamo stati avvisati (ovviamente ho tutte le mail che testimoniano quanto ho appena scritto).

Passano altri due mesi e arriva una telefonata da un’impiegata SDL Centrostudi che ci richiede tutto il tipo di materiale possibile per sostenere l’usura soggettiva nella causa incardinata contro Hypo Bank; resto allibito, rispondo allibito, chiedo se c’è un errore, altro materiale per dimostrare usura soggettiva su leasing?!? Basito rispondo che materiale, questo è un leasing e, grazie a Dio; Dama Service si trova in un momento di crescita, crescita di fatturato, di utili, di dipendenti, che tipo di documenti posso avere per dimostrare che la banca si è approfittata di una mia difficile situazione soggettiva, quando tutti i parametri dell’azienda sono in miglioramento?

E’ a questo punto inizia il valzer degli Avvocati….!!!!

Dal Prof Rondinelli mi passano ad un altro avvocato non ricordo nemmeno il nome, al nostro incontro non sa nulla di noi e della nostra storia e chiede:” spiegatemi la situazione….”Spiegatemi la situazione….???????? Ma SDL Centrostudi non l’ha avvisata dello stato delle nostre pratiche?????” No! Evidente, in poche parole il nuovo avvocato non sapeva nulla.
Richiamiamo Sig.r Bertollo, chiediamo un nuovo incontro e qui solleviamo tutte le nostre perplessità.
A questo punto, visto che avevamo in piedi anche la causa con Montepaschi, ci mandano a Cecina dall’Avvocato Letizia Cecconi.
Partiamo per Cecina, incontriamo l’Avvocato Letizia Cecconi la quale ci illustra sulla nostra situazione legale e nello specifico:

  • causa contro la Hypo Bank il giudice non ha nominato la CTU, CAUSA PERSA????

(ricordo che a sentire il Sig. Bertollo, SDL Centrostudi aveva un ufficio apposito, preferenziale per Hypo Bank)

  • Con Montepaschi invece il giudice ha nominato la CTU.

Torniamo a casa con in tasca una sconfitta quasi certa  con Hypo Bank, amarezza ma con una piccola speranza per la posizione Montepaschi
Qualche giorno seguente contatto un CTU di Udine, gli spiego la situazione e gli chiedo di esaminare il contratto di leasing Hypo Bank e il conto corrente Montepaschi perchè voglio capire la situazione veramente e in maniera approfondita; le risposte qui di seguito:

Hypo Bank: nessuna anomalia importante da intraprendere azioni legali

– Montepaschi: usura ed anatocismo per valori molto più contenuti

Per la casua contro la Hypo Bank, la Dama Service è stata indotta dall’organizzazione SDL Centrostudi a fare una causa priva di elementi da poterla sostenere, risultato la Dama Service ha una CAUSA PERSA!! SOCCOMBENTE! E qui allegato c’è la sentenza con ben € 14.322,00 + TUTTO – SENTENZA IMMEDIATAMENTE ESECUTIVA!
Abbiamo inviato disdetta di mandato ai legali che SDL Centrostudi ci ha assegnato e proseguiamo con i nostri legali per Montepaschi mettendo agli atti una nuova perizia che guarda caso corrisponde anche con i calcoli redatti con quella del CTU nominata in Tribunale dallo stesso giudice a cui è stata assegnata la causa Dama Service contro Montepaschi. Ma cosa sarebbe successo se agli atti avessimo presentato la perizia gonfia di usura soggettiva profumatamente pagata e redatta da SDL Centrostudi ????? a voi eventuali risposte
FABIO CALIMAN

Ufff….Fabio …di quello che c’è scritto nella sentenza ne discutiamo un’altra volta! Chi mi conosce lo sa…mi servono almeno 30 minuti di Surya Namaskara (Saluto al Sole in Hata Yoga) per poter togliermi di dosso lo stato di indignazione e ritrovare equilibrio!
Un dato già lo buttiamo sul piatto, il rapporto tra geografia e soccombenze nei Tribunali nel nostro paese, un nuovo termine la geosoccombenza certificata dalla fantascienza teorica di SDL Centrostudi. Certificata! Ma mica era solo Milano “filo bancaria”?

#serafinocomefaiadormire #maipiùsoli  #sostenibilità  #verità

Rispondi

7 pensieri su “SDL Centrostudi e la “geosoccombenza” nei Tribunali d’Italia – UDINE

  1. Ho lavorato, purtroppo, per Rondinelli.
    Volevo solo segnalare che non mi stupisce che non abbia voluto pagare 50 € ed abbia “bloccato” una causa per tale cifra, visto che ho degli arretrati “miseri” che mi deve ancora saldare e che cercava sempre, incredibilmente, di scroccare pranzi e caffè ai suoi dipendenti.
    Stiamo parlando di una persona che negli ultimi anni con SDL si è arricchita di circa un milione e mezzo di € l’anno. E’ vergognoso.

  2. Anche la mia azienda ha sottoscritto un “ottimo” leasing con la Hypo Bank, quindi ne so più di qualcosa, i loro contratti me li sono studiati bene. Da quello che leggo nella sentenza nel caso di Dama Service mi pare di capire che l’avvocato ha puntato tutto sull’usura originaria al contratto. E’ stata usata una freccia un po’ spuntata in quanto al di là della famosa sentenza della cassazione, la giurisprudenza in materia è alquanto controversa. Piuttosto sarebbe stato da puntare sulle molte insidie che celano i contratti Hypo. Sicuramente bisognerebbe visionare quello specifico firmato da Dama Service, perchè nello specifico possono esserci molti vizi, dalla presenza della clausola “floor”, ma soprattutto è da guardare attentamente quale sia l’indicizzazione all’Euribor o Libor nel contratto: può essere “furbescamente” scritta con una valore minore, questo garantisce alla banca uno spread ulteriore ed occulto garantito. Stesso discorso se il leasing è in valuta (ad esempio franchi svizzeri o yen), nel contratto può non venir riportata il corretto cambio del giorno, ma in questo caso viene scritto un valore superiore, così da portare un ulteriore spread occulto e garantito anche sullì’indicizzazione in valuta. Penso che queste siano clausole invalidanti molto più incisive del “controverso” calcolo su cosa sia usura e cosa no.
    Mi sono studiato bene questi contratti, ed ho contattato anche degli studi che effettuano calcoli… Ultimamente sono nati come i funghi. Bisogna stare molto attenti perchè ho avuto la sensazione che in molti ti spingano a fare cause e azioni contro le banche, “gasandoti” con calcoli di rimborsi altissimi… Del resto vanno a guadagnare profumatamente anche nel caso l’azione non vada a buon fine. E’ invece da calmare gli entusiasmi ed andarci coi piedi di piombo, perchè si rischia di rimanere cornuti e mazziati con conti salatissimi da pagare.

  3. Ho letto quasi tutta la sentenza e a mio parere, il giudicante ha inteso dissentire sia quanto prescritto dalla legge 108/96 che nello specifico dell’art.644,1815, 117 tub., ed anche dalle varie Sentenze di Cassazione Penale ed anche dalla Corte Costituzionale, basando il proprio convincimento sul principio che il tasso moratorio essendo una penale per inadempienza possa essere legittimato a richieste eccessive. Sono perplessa in quanto la legge per usura si rende essenziale al fine di stabilire e punire quanti a fronte di un prestito esigano somme esose. Vale per gli usurai di strada ma non per Mutui, leasing, conti correnti; BANCHE. Nel primo caso accanimento nel secondo mesi e mesi di indagini per individuare il reato. Ma un cittadino non si rivolge ad usuraio ma ad una istituzione certo che sarà nella legalità, per essere tutelato. Quindi la legge penale prescrive che quando anche il tasso soglia non sia superato ma vi sia un approfittamento dello stato di bisogno, il comportamento debba essere punito. Non è facile nell’incertezza della giustizia……
    Ora chi ha frequentato i Tribunali ed è incappato, sa quanta irresponsabilità incapacità vige. Credo che il deluso di detta Sentenza debba continuare fino alla Cassazione per vedere cosa farà della decisione di questo Giudicante. Soprattutto comprendo la delusione, una società che vuole crescere debba prendersi carico dei suoi errori, che se non proprio suoi ne è responsabile. Metta da parte la rabbia degli incapaci che ne possano far parte e chieda di rimediare agli errori fatti. Credo anche che la guerra vada fatta ad un sistema che viola il diritto, tutti insieme contro lo strapotere, e se qualche incapace di una società o associazione c’è nominarlo ed eliminarlo. Io ci sono passata non c’è associazione o ente che aiuti chi si trova in queste situazione se non hai i soldi, e dopo un’aggressione di questi signori si diventa veramente poveri, ti viene tolto tutto ciò che hai costruito, per pochi Euro, dove lo stato è assente la speculazione cresce, e chi si trova ad affrontare una lotta così impervia cade nello sconforto. Ci sarebbe tanto da dire finché ci faremo la guerra fra poveri, il signoraggio mieterà vittime e conquisterà vittorie.

    • Grazie Francy, per il tuo commento.
      Sono d’accordo con te su quello che hai scritto e sottolineo quindi ancora una volta il problema “SOCIALE” grave di questo fenomeno.
      Chi lavora male ed in malafede provoca un danno economico enorme ma ancor di più un GRAVE DANNO SOCIALE! il peggiore di tutti è il DANNO SOCIALE
      Non c’è rabbia in me non c’è mai stata e per quanto riguarda la richesta di rimediare agli errori, mi creda ci abbiamo provato tutti a farlo ma nessuno di noi è stato minimamente ascoltato!
      Eppure è così semplice, si sbaglia e si rimedia.
      Mi permetto di inserire una citazione tra le mie preferite
      “Ciò che fa di noi quello che siamo non sono gli errori che commettiamo, ma come ne affrontiamo le conseguenze.” (Cit. Being Erica)
      La differenza tra un’azienda/una persona seria e non sta proprio in come ripara ad un eventuale errore che è assolutamete umano, questa è la differenza che cambia le cose e combatte per le battaglie importanti.
      Non ti pare assurdo combattere il sistema giudicato “incapace” e “corrotto” con aziende e/o persone in “malafede” e non “serie”…non trovi?

  4. Scusate, ma io vorrei capire…e l’assicurazione? Come giustificano il mancato rimborso? Nel foglio informativo del contratto di assicurazione (http://www.sdlcentrostudi.it/wp-content/uploads/2014/10/CoperturaAssicurativa3.pdf) si legge
    (testuale):
    ” l’insorgenza del sinistro avviene solo nel momento in cui il CTU (nominato dal giudice) dovesse “cassare” (cassare significa la contestazione dei principi normativi e/o contabili su cui é stata redatta e certificata dal perito la perizia econometrica) le perizie fatte redigere da SDL” .
    Qualcuno può spiegarmi cosa significa? Per “cassare” una perizia é necessario che ogni singolo dato in essa contenuto sia inesatto? Oppure perché il giudice “cassi” la perizia è sufficiente una sola inesattezza?? Perché poi si parla di “perizie” al plurale? Quante perizie consegna SDL al giudice? Più di una per procedimento? Magari tra queste c’è anche una perizia che riporta pari pari i dati forniti dalla banca, in modo che non possa essere cassata?? C’è in ascolto un avvocato e/o assicuratore che possa spiegarmelo?? C’è un cliente SDL che ha perso la causa ed è stato risarcito??

  5. Io resto sconcertato da un mucchio di cose in questa storia. Passi la soccombenza, passi la storia dell’usura soggettiva, passi il fatto che si siano dimenticati di avvisarla della mediazione, passi il fatto delle ormai famose balle della Associazione Di Loreto & C., passi tutto……ma cazzo (e qui.si che ci vuole il termine cazzo caro Egregio) tenere in stallo un procedimento perché si è rotta la stampante e si richiedono 50 dico 50 euro ad un cliente per aggiustarla o ricomprarla dopo che il suddetto cliente ha sborsato migliaia di euro è una cosa che mi lascia.allibito…..io non so come posss ancora accostarsi il.termine professionalità dopo.questa storia….allucinante. Caro “Dott.” BERTOLLO lei avrà anche le “palle ” per portare il suo.mutuo in tribunale ma non.avere 50 euro per una stampante……faccia una cosa mi.invii il suo IBAN e quello della società così vi invio 150 euro con 70 vi comprate una bella stampante multifunzione, con altri 60 comprate un unico dominio.internet all’Egregio così la smette di fare le autocelebrazioni incrociate tra i vari siti di sua proprietà e con i restanti 20 vi.comprate un bel pallottoliere con cui.portare bene il conto.delle cause vinte e di quelle perse ….