Mostra bottoni
Nascondi bottoni

SDL Centrostudi: le opinioni dei lavoratori. Parte 2°

Mostrami il tuo giardino e ti dirò cosa sei.
(Alfred Austin)

Oggi è apparso sul canale social Facebook un aggiornamento interessante al quale ritengo sia giusto dare un posto in questo blog in puro spirito di informazione, come sempre è avvenuto.

Il post è di proprietà di Andrea Sanna, D.A. (Direttore Aziendale) della SDL Centrostudi SPA, anzi ora dichiaratosi ex D.A.

Inizialmente ho pensato di confezionare un articolo perché leggendolo un paio di volte le emozioni mi hanno fatto venire in mente mille cose da scrivere … poi invece, con il passare della giornata, piano piano si è spenta questa parte comunicativa e ha lasciato spazio al solo SILENZIO!

Che altro potrei aggiungere che non ho già detto? Che altro c’è da dire in aggiunta ad una lettera già così esaustiva e che contiene spunti interessanti in riferimento al diritto al lavoro, alla vita di battaglie di tutti i giorni, e… piace a Serafino Di Loreto …alla parola magica, quella che se la sai sei un fico pazzesco, l’ETICA!

A tutti voi buona lettura.

LE MIE DIMISSIONI DA SDL CENTROSTUDI

Cari amici, cari colleghi, quello che non avrei mai pensato che accadesse… è accaduto oggi.
Ho appena comunicato a Serafino le mie dimissioni irrevocabili da SDL Centrostudi. E’ una lettera questa che si sta scrivendo da sola dal momento che è tanto tempo che mi sta girando per la testa.

Questa società con la quale ho collaborato sin dalle prime settimane di vita, dando tutta la mia energia, tutto il mio tempo, tutto il mio impegno, tutto il mio cuore senza mai risparmiarmi, tutta la mia lealtà e correttezza alla fine mi ha tradito. Si perché SDL, quindi Serafino ovviamente, ha tradito il dogma fondamentale del Network Marketing che è la lealtà e la correttezza sia verso il cliente che verso il collaboratore.

Il Network Marketing si basa su un concetto molto semplice: “io ho provato un prodotto o un servizio e te ne parlo perché è buono e quindi puoi fidarti ad acquistarlo…”
Su queste semplici parole si basa tutta la forza del Network Marketing.
E’ ovvio che il servizio poi deve essere effettivamente erogato, deve essere di altissima qualità visto che per tale lo abbiamo venduto (“NON POSSIAMO PERDERE!”….) e visto che oltretutto il cliente paga in anticipo a maggior ragione deve essere così.

Partii proprio a Ottobre del 2010 in totale fiducia di Serafino, pensai “è un avvocato e se lo dice lui con quella retorica sarà sicuramente tutto vero”.
Gli diedi fiducia anche quando a Gennaio del 2011 SDL ci metteva più di 2 mesi a consegnare una preanalisi di un conto corrente… perdemmo tutta la rete e gli unici 3 rimasti, oltre a me, oggi sono D.A. e stanno leggendo questo messaggio.
Non mollai… e nell’impossibilità di poter chiudere perizie sufficienti per campare, di giorno vendevo energia elettrica e gas e la sera vendevo letti di alta qualità in tutto il nord Italia.
Ma come SDL nel Giugno del 2011 iniziò con il nuovo software a fare le preanalisi in una settimana mi buttai subito a tempo pieno nell’attività. Sono diventato D.A. a Dicembre 2012 e nel 2013 avevo già 4 R.A., 54 MD e circa 2800 collaboratori…li ho persi tutti.

Sono stati massacrati dalla cattiva gestione e dalla sciagurata mancanza di controllo di Serafino sull’operato degli avvocati che non portavano avanti le azioni legali, che non rispondevano ai loro clienti, che redigevano atti con il “copia incolla” pieni di errori, che non si presentavano alle udienze e tanto altro ancora.

I miei primi tre anni di duro lavoro quindi sono andati così in fumo.
Buttai giù il rospo e continuai più forte di prima.

Ma non è questo che affosserà definitivamente SDL negli anni a venire, bensì una scelta precisa dettata dalla cupidigia di Serafino e dall’infausto suo idillio professionale per l’ormai ex avvocato Meloni.

Prima dell’avvento di quest’ultimo, le perizie sui mutui e sui leasing le faceva una professionista a 450€ l’una con diversi giorni di lavoro.

Meloni invece riteneva che era sufficiente una “perizia con parere pro-veritate” e iniziò a fornirle a SDL. Costavano molto meno e si potevano fare con “copia incolla” in 10 minuti.

Io sono testimone che la professionista avvisò più di una volta Serafino che in qualsiasi tribunale quel tipo di perizia non sarebbe mai stata accettata, ma lui per risparmiare qualche euro a perizia ed aumentare nel contempo la produttività, dopo poco tempo, cacciò la professionista in malo modo e rischiai anche io il mio codice in quanto mi schierai apertamente con lei.

Abbiamo quindi venduto tutti migliaia di perizie “pro-veritate” sui mutui sia alle aziende che ai privati tra il 2013 ed il 2014 delle quali moltissime senza assicurazione (all’inizio era facoltativa) e le altre coperte in minima parte da ROLAND, che ha iniziato anche lei a non pagare più i rimborsi ed il resto “assicurate” da ITAS che non paga più nessuno da più di un anno.

Quindi per quella scelta scellerata ormai quasi ogni giorno arriva una sentenza negativa da quasi tutti i tribunali d’Italia e alcune di queste presentano la condanna alla “lite temeraria” con uno sproporzionato addebito di spese per i nostri poveri clienti.

Ma ho continuato a lavorare… con il rimorso di non avere forse fatto abbastanza per evitare tutto questo… pensando ogni singolo giorno a tutti i clienti disperati che negli ultimi anni hanno perso la loro causa venduta da me con maestria con un colloquio di vendita che non ha lasciato a loro scampo.

Gli ultimi tre anni di lavoro per me sono stati un vero inferno anche per le decine di nuovi collaboratori portati agli Start Day e regolarmente persi dopo pochi giorni alla prima digitazione di SDL su Google, per non parlare dei contratti già firmati in attesa di bonifico mai pagati per lo stesso motivo.

E veniamo a Deborah Betti. Altro grande errore di Serafino.

Ma lo sapete o no che questa cliente ha sacrosanta ragione?
Nel suo caso infatti la banca aveva già ammesso che su un conto corrente aveva addebitato più interessi del dovuto.
Questa sì che era una causa già vinta, bastava un ricalcolo con una perizia.
E invece noi gliene abbiamo venduta una fatta con i piedi tanto che il giudice nella sentenza civile 64615/2013 cita “la lacunosità della documentazione considerata dal perito di parte nell’elaborazione dei conteggi inficia l’attendibilità della consulenza”.
Ma la Betti si è incazzata davvero solo quando, chiedendo a Serafino giustamente i danni per quanto subito, si è vista trattare in malo modo da quest’ultimo.
Se Serafino avesse chiuso la questione con i € 7/8.000 richiesti e tante giuste scuse non avrebbe lasciato nascere il blog che ha messo in ginocchio i fatturati di SDL e la rete commerciale del nord Italia.
Ma il super ego di Serafino gli impedisce di riconoscere che ha sbagliato anche quando viene colto sul fatto.

Serafino si è però giocato definitivamente la mia stima quando a Giugno di quest’anno non mi ha pagato €1.216,00 di provvigioni MIE relative al 2% sul recuperato di una pratica che avevo girato alla mia ex compagna Silvia Mucelli.

Non le ha pagate a me, ma non le ha pagate neanche a lei: date voi un nome a questa cosa. Mi disse che lui con i 2% sui recuperati dei EX collaboratori di SDL ci paga le gare. Non ho parole.

E poi le bugie, bugie infinite su tutto.

Sulla certificazione universitaria di Bologna del software delle preanalisi, sulle cause perse… lui a Febbraio diceva 54 ma chissà perché solo quelle pervenute a mia conoscenza nella mia struttura sono 71, sui 100.000 kit a idrogeno venduti al governo tunisino…eccetera…
E che dire del povero kit a idrogeno, sul quale avevo riposto le ultime speranze di rilancio in SDL, che in 3 casi su 4, almeno nella mia struttura, non funziona per niente o ha risparmi molto al di sotto dei limiti contrattuali, insomma un vero disastro commerciale.

Kit che tra l’altro a noi D.A. ha imposto di comprare sotto il ricatto della perdita delle provvigioni generate dalla rete dalla vendita del dispositivo.
Una sistematica copertura dei fatti con bugie che coprono altre bugie al fine di coprire le verità scomode di SDL.
ADESSO BASTA !!!
Basta con questo muro di omertà reverenziale verso Serafino che è stato fin troppo mitizzato e sopravvalutato, dopotutto lui non ha inventato proprio nulla, ha copiato un servizio da JD Group dove era collaboratore e poi lo ha replicato.
L’azienda poi è diventata grande GRAZIE A NOI COLLABORATORI, alcuni veramente eccezionali, che abbiamo creato una rete enorme che POI ha portato i grandi fatturati a SDL.

Quindi gli aggettivi “genio”, “visionario” ecc. riferiti IN CONTINUAZIONE a lui sono decisamente risibili.

A questo punto ho deciso di andare via e guardandomi in giro ho scoperto che non è vero che oltre ad SDL c’è il vuoto come dice Serafino……anzi grazie a Dio ci sono diverse opportunità sullo stesso mercato di ottimi Network che da anni lavorano correttamente, che fanno business in maniera veramente etica, pagano bene, non lucrano sulla pelle dei clienti e dei collaboratori e sono intestate agli stessi titolari con i quali parli……non a prestanome vari e strane altre società che in realtà sono scatole vuote.

SDL infatti ha ceduto tutte le quote prima a BLUKIVOS SRL, poi a TAX & DUTY CONSULTING SRL, poi il 50% all’ Avvocato Andrea Ziletti e l’atro 50% ad una società il cui nome forse è già un indizio: IN THE BOX SRL…

Siamo in molti a questo punto a domandarci di come Calabrò abbia avuto il coraggio di mettere la sua faccia a garanzia su una situazione di questo tipo dopo 37 anni di onorata carriera nella magistratura.

Per completezza di informazioni è bene sapere che nel bilancio pubblico di SDL al 31/12/2016 ci sono perdite per € 1.400.000,00 e azzeramento delle riserve, per questo da mesi non pagano più puntualmente le provvigioni, le pagano a rate o con ritardi anche di mesi oppure, come abbiamo visto, non le pagano per niente.

Io amo il Network, quello pulito che dopo una giornata di duro lavoro ti fa rientrare stanco morto, ma con il sorriso e la soddisfazione di avere fatto veramente del bene al tuo prossimo.

Chiedo scusa se le parole sono state un po’ forti, ma le parole della verità molto spesso sono amare.

Tengo a precisare che tutto quanto ho affermato è documentato nel dettaglio e testimoniato da persone presenti al momento dei fatti a partire da me.

Ringrazio comunque SDL per l’evidente crescita professionale e personale che mi ha consentito di realizzare con la formazione di altissimo livello che ha comunque costantemente fornito.

Abbraccio tutti gli amici ed i colleghi con i quali ho condiviso gli ultimi 7 anni della mia vita, dei quali molti già scappati da SDL perché hanno aperto gli occhi molto prima di me.
SERAFINO TU CON IL NETWORK HAI CHIUSO E CHI TI RIMARRA’ ACCANTO AFFONDERA’ INESORABILMENTE CON TE !!!
GAME OVER
P.S. E FINALMENTE LO DICO IO !!!

Una sola precisazione, io non ho mai più visto Serafino Di Loreto, non ha mai più voluto incontrarmi dopo la Sentenza del Tribunale di Milano nr 64615/2013.

Ho invece avuto due incontri, il primo verso fine Luglio 2014 con Avv Biagio Riccio che rispondeva per nome e per conto anche di SDL Centrostudi SPA, al quale ho chiesto soluzioni, NON SOLDI, ma soluzioni fattibili, reali e condivisibili, è infatti lui che gentilmente dopo avermi proposto di presentare appello alla sentenza di primo grado a totali mie spese, mi ha messo alla porta.

Il secondo a Milano, era il 13 novembre del 2014, presso la sede dell’Unione Artigiani che mi aveva consigliato la SDL, presenti Avv Biagio Riccio e Stefano Pigolotti per conto di SDL, anche li ho chiesto soluzioni, NON SOLDI, tant’è che aspetto ancora la telefonata di Stefano Pigolotti con le proposte del caso ….

In compenso, invece di ricevere una risposta con possibili soluzioni alla mia problematica, ho avuto la simpatica sorpresa di trovarmi l’Avv Biagio Riccio, un avvocato, quello che dovrebbe essere un uomo di legge presente come presunto “testimone” nei 3 procedimenti che SDL/Serafino Di Loreto hanno incardinato contro questo blog e quindi contro di me, con infondate nonché false affermazioni sulla mia persona.

Ovviamente non ero sola a questi incontri, la differenza è che i miei testimoni erano presenti nei vari procedimenti che SDL ha mosso contro di me, mentre per quanto riguarda loro…nessuno si è mai presentato in Tribunale.

Beh… il resto si commenterà da se!

 

Rispondi